Babbel lancia il suo “Job seeker day” e ti aiuta a...

Babbel lancia il suo “Job seeker day” e ti aiuta a trovare un lavoro!

0 369

 

Manca ormai un soffio al 1° maggio, la Festa dei Lavoratori.

Babbel, l’app per imparare facilmente le lingue, vuole però “festeggiare” e supportare anche chi un lavoro non ce l’ha, lanciando il suo “Job seeker day”.

Innanzitutto offre corsi ad hoc per imparare i termini e le frasi dell’inglese per il lavoro e del tedesco per il lavoro per arrivare ai colloqui preparati e per avere una marcia in più in ambienti sempre più competitivi e connessi. E per chi fosse interessato a lavorare da Babbel, l’azienda offre anche la possibilità di entrare a far parte del proprio team internazionale con persone provenienti da 28 nazioni, tra cui l’Italia.

 

I posti disponibili al momento sono ben 33 (29 lavori a contratto, 2 posti da freelance, 2 da stagista),  divisi tra la sede centrale di Berlino e a New York, dove è stata recentemente aperta una nuova sede. Numerose sono, infatti, le posizioni disponibili, dall’ambito ingegneristico a quello del marketing, da quello commerciale a quello informatico. Tutte le posizioni aperte sono disponibili direttamente sul sito aziendale. (http://jobs.babbel.com/en/)

 

Babbel rappresenta una realtà importante sia da un punto di vista formativo personale, perché aiuta ad imparare le lingue facilmente e in modo flessibile, sia come datore di lavoro, vista la crescita costante del suo team.

 

Informazioni su Babbel:

Chiunque può imparare le lingue: questa è la visione che ispira il team di Babbel fin dal 2007. L’app leader di mercato per l’apprendimento online rende lo studio delle lingue semplice e accessibile ovunque, sul proprio computer da casa e su dispositivi mobili come smartphone e tablet. Babbel aiuta a scoprire il piacere di imparare in modo autonomo, al di fuori dai consueti contesti formali di studio o di lavoro. Grazie alla possibilità di integrare facilmente i corsi di Babbel nella vita di tutti i giorni, gli utenti mantengono la motivazione più a lungo: il periodo medio di utilizzo di Babbel è infatti di oltre 12 mesi. Il modello di business premium garantisce agli utenti un’esperienza libera da inserzioni pubblicitarie e completamente incentrata sui contenuti.

Babbel combina corsi di alta qualità con le tecnologie più moderne. I contenuti sono sviluppati in modo specifico per ciascuna lingua e per ogni livello di difficoltà da un team di professionisti del settore quali linguisti, autori e specialisti di didattica. L’app è dinamica e si aggiorna costantemente in base all’input generato tramite l’effettivo utilizzo.

Babbel è diretta dai fondatori Markus Witte (CEO), Thomas Holl (President Babbel Inc.) e Lorenz Heine (Chief Innovation Officer), che la gestiscono insieme a Markus Corallo (CFO) La società impiega un team di più di 300 dipendenti nelle sedi di Berlino e di New York. Il servizio, disponibile in tutto il mondo dal sito web Babbel.com o come app per dispositivi mobili iOS e Android, offre corsi per imparare 14 lingue sulla base di 7 lingue di visualizzazione, corrispondenti alla rispettiva lingua madre dell’utente.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.babbel.com

 

Nessun commento

Lascia un commento