Capaccio, controlli sulla differenziata: scattano le multe

Capaccio, controlli sulla differenziata: scattano le multe

0 339
Durante diversi servizi di appostamento, nello scorso fine settimana gli agenti della polizia municipale di Capaccio e le Guardie Ecozoofile di FareAmbiente hanno sorpreso e multato tre persone che avevano appena abbandonato buste contenenti rifiuti indifferenziati lungo la pista ciclabile in località Linora e Torre di Paestum. Ai trasgressori, tutti non residenti a Capaccio, è stata elevata una sanzione di 150 euro, come previsto in caso di prima violazione inerente il conferimento dei rifiuti (se la violazione è la seconda il verbale ammonta a 300 euro, se è la terza a 500 euro).

Nelle zone in cui sono stati sorpresi vengono continuamente abbandonati rifiuti indifferenziati in maniera abusiva: i controlli specifici della municipale e della guardie ecozoofile andranno avanti in tutti i punti considerati più a rischio al fine di sensibilizzare più utenti possibile e ridurre il fenomeno. «Negli ultimi mesi la raccolta differenziata dei rifiuti sta toccando percentuali molto elevate. – afferma il sindaco Italo Voza – I cittadini di Capaccio Paestum stanno dimostrando sensibilità nel conferimento, perciò non possiamo permettere che i comportamenti scorretti di pochi compromettano i risultati raggiunti. Per questo, da oggi in poi, i controlli saranno ancora più rigidi e non ci sarà più tolleranza per i trasgressori».

Intanto, il 24 aprile, sono state effettuate le operazioni di bonifica della pineta in località Foce Sele e a Cannito dove, ignoti, avevano abbandonato lastre di eternit che, com’è noto, è un materiale nocivo per la salute e in quanto tale va rimosso con una procedura apposita e da ditte specializzate. «La sensibilità dell’amministrazione per i valori ambientali deve andare di pari passo con la consapevolezza dei cittadini che rispettare l’ambiente significa migliorare la qualità della propria vita. Quando tale sensibilità manca la collettività è costretta a farsi carico dei costi, non solo ambientali, di tali scorrettissimi comportamenti: nel 2014 gli sversamenti abusivi di eternit sono già costati ai cittadini di Capaccio Paestum oltre 10.000,00 euro, a fronte dei 13.000,00 di tutto il 2013”- aggiunge l’assessore all’ambiente Eustachio Voza.

Via InfoAgropoli

Nessun commento

Lascia un commento