GENERAZIONE ERASMUS: TUTTO QUELLO CHE AVRESTE SEMPRE VOLUTO SAPERE

GENERAZIONE ERASMUS: TUTTO QUELLO CHE AVRESTE SEMPRE VOLUTO SAPERE

0 368

Hanno vissuto minimo quattro mesi all’estero, parlano due o tre lingue, vanno a trascorrere almeno un paio di weekend l’anno dai loro amici sparsi per l’Europa, nella loro home page di Facebook compaiono post in tutte le lingue: sono la generazione Erasmus. I più vecchi di loro hanno già una quarantina d’anni, i più giovani di loro in questo momento si trovano a Madrid, Bratislava o Helsinki.

Con un budget totale di 3,1 miliardi di euro, il programma Erasmus ha già permesso a 3,3 milioni di studenti di tutta Europa di andare a studiare all’estero. Nel 1987 erano solo 3244 gli studenti, provenienti da 11 paesi, ad aver preso parte al programma. Ventisette anni dopo, i paesi coinvolti sono diventati 34 (i 28 membri Ue più Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera, Turchia e Macedonia).

Nel solo biennio 2013-2014 il budget destinato al programma è stato di 580 milioni di euro, la quota più alta di sempre. Nello stesso biennio, l’ultimo di cui la Commissione europea fornisce dati completi, 272mila studenti sono partiti per studiare in un paese diverso dal loro.

Sei grafici per spiegare il fenomeno Erasmus, che dal 1987 a oggi ha permesso a più di 3 milioni di studenti di andare fuori dal proprio paese

Info: The Post Internazionale

Nessun commento

Lascia un commento