Gioventù in Azione

Gioventù in Azione

0 457
Azione 1: Gioventù per l’Europa

Gioventù per l’Europa intende rafforzare la partecipazione civica attiva dei giovani attraverso il sostegno di scambi, mobilità ed iniziative per i giovani e i loro progetti. Più precisamente, intende incentivare la mobilità sostenendo gli Scambi di Giovani e promuovere la cittadinanza dei giovani e la comprensione reciproca sostenendo Iniziative Giovani, progetti e attività legate alla loro partecipazione alla vita democratica. Si tratta dell’Azione 1 di cinque azioni nel quadro del Programma Gioventù in Azione (http://ec.europa.eu/youth/youth-in-action-programme/doc247_en.htm)

Gioventù per l’Europa sostiene le seguenti misure.

1.1 SCAMBI GIOVANILI – Che cosa è: un’opportunità per uno o più gruppi di giovani di accogliere o essere accolti da un gruppo proveniente da un altro paese per partecipare insieme ad un programma congiunto di attività. L’attenzione è centrata su attività multilaterali di mobilità di gruppo, ma non si esclidono gli Scambi Giovanili bilaterali. Ciascuno scambio deve coinvolgere almeno due diversi Paesi del Programma di cui almeno uno deve essere uno Stato membro. I gruppi pianificano insieme il loro Scambio intorno ad un tema di interesse reciproco, ad es. partecipazione dei giovani nella società, razzismo, xenofobia, patrimonio locale, ambiente, tossicodipendenza, etc. Durata: l’attività dello scambio deve essere compresa tra i 6 e i 21 giorni. Partecipanti: gruppi di giovani tra i 13 e i 25 anni provenienti da un Paese del Programma (sono possibili eccezioni per partecipanti tra i 26 e i 30 anni). Uno Scambio deve comprendere un minimo di 16 e un massimo di 60 partecipanti – esclusi gli animatori. Chi può presentare domanda: organizzazioni o associazioni senza scopo di lucro da uno dei Paesi del Programma o da gruppi informali di giovani.

1.2. INIZIATIVE GIOVANI – Che cosa è: un progetto in cui i giovani partecipano attivamente e direttamente in attività da loro ideate e in cui essi rivestono un ruolo chiave, al fine di sviluppare iniziativa, spirito imprenditoriale e creatività. Il progetto deve essere ideato, avviato e realizzato interamente dai giovani. Questa Azione sostiene progetti a livello locale, regionale o nazionale. Sostiene inoltre il networking e progetti simili in paesi diversi con l’obiettivo di rafforzare il loro aspetto europeo e migliorare la cooperazione e gli scambi di esperienze tra i giovani. Il tema o l’area scelta per il progetto deve essere di interesse e rilevanza per il gruppo degli stessi giovani  e la comunità locale. Iniziative Giovani nazionali: progetti sviluppati da un singolo gruppo nel suo paese di residenza. Iniziative Giovani Transnazionali: progetti implementati in comune tra due o più gruppi da diversi paesi. Durata: l’iniziativa deve avere una durata tra i 3 e i 18 mesi, compresa la preparazione, l’implementazione, la valutazione e il follow-up. Partecipazione: giovani tra i 18 e i 30 anni (sono possibili eccezioni per partecipanti tra i 15 e i 17 anni)  provenienti da un Paese del Programma. I giovani a partire dai 15 anni sono ammessi se accompagnati da un animatore o un tutor. Chi può presentare domanda: organizzazioni o associazioni senza scopo di lucro o gruppi di almeno 4 giovani da un paese del Programma.

1.3. PROGETTI DI DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA: Che cosa è: un Progetto di Democrazia Partecipativa è un progetto sviluppato da un partenariato europeo che promuove la condivisione, a livello europeo, di idee, esperienze e metodologie emerse da progetti e attività a livello locale, regionale, nazionale e internazionale, mirati alla promozione della partecipazione giovanile. Il progetto deve presentare un contenuto tematico, ad es. essere chiaramente centrato sulle priorità generali del programma Gioventù in Azione, la partecipazione attiva dei giovani, la diversità culturale, la cittadinanza europea o l’inclusione sociale, oppure su temi legati al futuro dell’Europa o le priorità politiche individuate nel quadro della cooperazione europea nel settore giovanile. Durata: il progetto, compresa la preparazione, l’implementazione, la valutazione e il follow-up deve avere una durata compresa tra i 3 e i 18 mesi. Partecipanti: giovani tra i 13 e i 30 anni. Ciascun Progetto di Democrazia Partecipativa deve prevedere un minimo di 16 partecipanti. Chi può presentare domanda: organizzazioni o associazioni senza scopo di lucro da uno dei Paesi del Programma, autorità locali, regionali o nazionali o qualunque gruppo informale di giovani.

1.4. Progetti pilota per reti tematiche. E’ stato pubblicato un invito per la seguente misura (EACEA/08/07). L’obiettivo è il sostegno alla creazione e/o il rafforzamento del networking tematico nei progetti di scambio giovanile, le inziative giovani e i progetti di democrazia partecipativa nel quadro del Programma Gioventù in Azione” e il programma “Gioventù”. Per ulteriori informazioni: http://eacea.ec.europa.eu/youth/funding/2007/action_1_en.php

Youthpass: ciascun partecipante ad uno Scambio Giovanile, un’Iniziativa Giovani o un Progetto di Democrazia Partecipativa ha diritto a ricevere lo “Youthpass”, che descrive e convalida la sua esperienza di apprendimento non formale. Attraverso lo Youthpass la Commissione Europea garantisce che l’esperienza nel quadro del Programma venga riconosciuta come esperienza formativa e come periodo di apprendimento informale e non formale.

SCADENZE: la vasta maggioranza delle domande verranno valutate a livello nazionale dalle Agenzie Nazionali. I Progetti verranno selezionati da un comitato composto da professionisti del settore giovanile, ad es. membri dei Consigli Giovanili Nazionali. Per progetti selezionati a livello nazionale, vi saranno cinque scadenze annuali: 1 Febbraio, 1 Aprile, 1 Giugno, 1 Settembre, 1 Novembre.

Solamente un gruppo limitato di tipi specifici di progetti verrà valutato direttamente a livello europeo e selezionato dall’Agenzia Esecutiva. Tra gli altri, sono compresi progetti presentati dalle organizzazioni dei Paesi Partner e del Sud Est Europa e quelle presentate da organizzazioni europee non governative con membri in almeno 8 paesi. Per tutti i progetti selezionati a livello europeo (in 1.1, 1.3) vi saranno tre scadenze annuali: 1 Febbraio, 1 Giugno, 1 Settembre. Scadenza per l’Azione 1.4 (EACEA/08/07): 1 Settembre 2007.

I Paesi del Programma sono: i 27 Stati Membri UE (compresa Romania e Bulgaria a partire dal 1 Gennaio 2007), i paesi SEE (Islanda, Liechtenstein e Norvegia), Turchia, Croazia, Svizzera e paesi terzi che hanno firmato accordi con la Comunità relativi al settore dei giovani.

Per maggiori dettagli sugli obiettivi e i criteri del Programma leggere le linee guida. Contattare le Agenzie Nazonali per ulteriori informazioni. E’ possibile trovarne l’elenco al seguente sito:
http://ec.europa.eu/youth/youth/contacts_en.htm#natagen

CONTATTI

Agenzia Nazionale per i Giovani

Via Sabotino 4

00195 Roma

Telefono: + 39 0637591201

Sito web: http://www.agenziagiovani.it/

 

ARTICOLI SIMILI

Nessun commento

Lascia un commento