Osservatorio per le Politiche Sociali di Agropoli: entrano nel vivo le attività

Osservatorio per le Politiche Sociali di Agropoli: entrano nel vivo le attività

0 310

Il sindaco Alfieri: «Preziosa la sinergia con associazioni ed operatori del settore»

Si è tenuto nel pomeriggio di giovedì 6 febbraio 2014, nell’aula consiliare del Comune di Agropoli, alla presenza del sindaco Franco Alfieri, il secondo incontro dell’Osservatorio per le Politiche Sociali.

L’iniziativa dell’amministrazione comunale agropolese è volta a coinvolgere gli operatori e le associazioni del settore per la creazione di un organo consultivo e propositivo in grado di assolvere al meglio ai compiti di programmazione, progettazione e realizzazione di interventi a favore del sociale, garantendo una chiara ed allargata lettura del territorio comunale rispetto all’evoluzione dei fenomeni sociali.

«La nascita dell’Osservatorio – afferma il sindaco Franco Alfieri – parte dall’esigenza di effettuare un’analisi dei bisogni per individuare gli interventi e le risorse da utilizzare puntando sulle priorità e offrendo risposte efficaci. Sappiamo, pertanto, che i migliori soggetti che possono affiancarci sono le associazioni e le organizzazioni del territorio che da tempo operano nel settore. In un’ottica, quindi, di costruzione di una conoscenza partecipata e per un supporto a tutti coloro che operano nel sociale, l’incontro ha avuto la finalità di formalizzare l’inizio delle attività dell’organismo e di fissare i prossimi obiettivi operativi».

Il primo step è stata una ricognizione generale di tipo statistico, procedendo ad un’analisi demografica della popolazione residente nella città di Agropoli suddividendola in macroaree. Per ciascuna macroarea sono state individuate, attraverso il supporto delle principali fonti di informazione e di indagine presenti sul territorio nazionale, le principali problematiche di tipo sociale, possibili generatrici di disagio. Tale metodologia ha offerto una prima panoramica delle basi conoscitive di partenza, fondamentali al fine di una programmazione operativa.

Nessun commento

Lascia un commento