Tags Articoli taggati con "tradizione"

tradizione

0 337
Pisciotta si prepara a vivere un week end all’insegna dei piatti tipici della sua tradizione marinaresca. Prende il via il prossimo venerdì 27 giugno (e si concluderà domenica) la Festa del pesce e delle alici. L’appuntamento, organizzato dall’associazione “Per Marina”, si rinnova dopo il successo dell’anno scorso e avrà come piatto principale le alici di menaica.

0 439

L’appuntamento è per il 21 giugno Serramezzana. La quarta edizione di «Segreti d’Autore – Natura della Legalità. Legalità della Natura», sarà inaugurata il 21 giugno prossimo da Toni Servillo. Il Festival dell’Ambiente, delle Scienze e delle Arti, ambientato nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, partirà da Serramezzana con una overture della manifestazione intitolata «A memoria di suono». Toni Servillo e Ruggero Cappuccio dialogheranno infatti sul valore delle lingue di scena nel teatro italiano, indagando il potenziale sonoro ed espressivo del napoletano, del veneziano, del siciliano, in relazione alla creatività drammaturgica e attoriale.

0 358

Tradizione culinaria ed innovazione per celebrare le semplici produzioni locali

La gara gastronomica e la premiazione della prima tappa territoriale si svolgeranno a Bellosguardo, nell’Agriturismo VillaVea, oggi 9 giugno alle ore 19:00, negli Alburni.

La cucina, la tradizione, il turismo, i prodotti locali e i migliori ristoratori del territorio. Sono gli ingredienti della ricetta del concorso del Gal “I Sentieri del buon vivere”, nell’ambito della Misura 413 2.2a del PSL I Sentieri del Buon Vivere “La Rete del Buon Vivere”. Si tratta di un concorso gastronomico suddiviso in tre tappe che porteranno alla grande finale di febbraio. L’obiettivo del Gal è quello di favorire il rilancio della gastronomia locale, legata all’uso delle tipicità locali che vanno assumendo un ruolo sempre più importante nel panorama della promozione e della tutela delle tradizioni territoriali. Un obiettivo da raggiungere favorendo eventi e momenti ricchi di contenuti legati al turismo gastronomico ed alle tradizioni culturali. Terminato il concorso, si procederà a individuare i piatti significativi della cucina locale per la redazione di un ricettario. Verranno realizzate schede tecniche che spieghino i prodotti utilizzati (proprietà organolettiche – nutrizionali) per la preparazione del piatto in concorso, con l’aggiunta delle caratteristiche del Territorio, della cucina tradizionale e della Dieta Mediterranea. Inoltre si punterà a stimolare il dialogo culinario tra cuochi del territorio, favorendo “l’adozione” dei piatti in concorso nel proprio menù base. E infine si procederà a distribuire, ad ogni operatore di settore, una mappa gastronomica del territorio del GAL “Sentieri del Buon Vivere”, da esibire come guida per i clienti. Quest’ultima conterrà, oltre a notizie storico-culturali, anche informazioni relative alle tradizioni culinarie del territorio, la tracciabilità e le caratteristiche identificative dei prodotti alimentari.

I partecipanti all’evento concorrono preparando, nella fase eliminatoria, un piatto tipico della gastronomia locale, a scelta tra un primo, un secondo e un contorno; in finale concorrono preparando un menù completo. La scelta e l’acquisto degli ingredienti deve avvenire attingendo dall’elenco dei prodotti e dei produttori da quella che è denominata la “Dispensa del buon vivere”. Realizzata attraverso una manifestazione di interesse per le aziende che producono e commercializzano prodotti agricoli ed agro-alimentari tipici locali, che caratterizzano l’economia del territorio, la Dispensa del buon vivere è una vetrina dove ognuno può accedere e scoprire le produzioni di eccellenza locali.

Contestualmente si potrà visitare la “Mostra-mercato dell’Artigianato locale” allestita nello spiazzale dell’Agriturismo VillaVea dagli artigiani del Territorio GAL “I Sentieri del Buon Vivere” che hanno partecipato alla manifestazione di interesse .

0 356

Valorizzare i dialetti locali per recuperare il legame tra cittadini e territoro. Con questa motivazione a Bellosguardo è nata l’idea di realizzare un vocabolario che raccolga termini ed espressioni tipiche del paese, soffermandosi anche sulle regole grammaticali e fonologiche.

 

0 444

Il 22 e il 26 Aprile 2014, Campora rivive le sue tradizioni: è la storica gara del “Tiro al prosciutto”, evento ormai secolare risalente alla seconda metà dell’800.

 

Come accade nel resto del territorio, anche alla base di questa antica tradizione vi è una leggenda. Secondo le memorie popolari, un gruppo di briganti al rientro dalle loro scorribande, fecero ritorno al nascondiglio situato tra le grotte sul fiume Torno. Nacque una discussione su chi tra loro fosse “il più abile tiratore”. Si decise, dunque, di fare una gara consistente nel centrare il bersaglio (un prosciutto), colui che avrebbe raggiunto l’obiettivo sarebbe stato il più abile tiratore ed avrebbe vinto il bottino (il prosciutto). Da allora, con le stesse regole, di anno in anno si ripropone “la gara”, ponendo le basi per l’attuale competizione, oggi una delle più note tradizioni locali.

L’evento è di scena il primo martedì dopo Pasqua e il sabato successivo al 25 Aprile.

Un rituale assai suggestivo che rispecchia ancora una volta l’attaccamento alle proprie radici da parte della popolazione locale, conservatrice di un patrimonio storico-culturale ricco di storia e leggende.

L’evento entra nel vivo con il “corteo dei briganti” che raggiunge il sito ove si svolge la competizione a suon di musica e canti tradizionali. Al termine ci si ritrova nel centro del paese per la degustazione e la premiazione finale.

Programma:

ORE 14:30: APERTURA ISCRIZIONI
ORE 15:00: CORTEO DI BRIGANTI ACCOMPAGNATI DA MUSICHE E DANZE TRADIZIONALI
INIZIO DELLA GARA DI TIRO
ORE 19:00: DEGUSTAZIONE PANE E PROSCIUTTO
ORE 20:00: PREMIAZIONE VINCITORI
ORE 21:30: INIZIO CONCERTO: NOVA FELIX

Via InfoAgropoli

Social